Zingaretti e l’Ambasciatrice della Germania a Velletri per “Tutti giù in Cantina” (Comunicato Stampa)

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinFacebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedin

Oltre 200 vini in degustazione dal 29 giugno all’1 luglio nella sede CREA, ospite d’onore la Germania

Il Festival della Cultura del Vino “Tutti giù in cantina” di Velletri (Roma) prepara la sua quarta edizione con un’apertura di alto livello, per l’inaugurazione di venerdì 29 giugno alle ore 18 sono attesi infatti sia il Presidente della Regione Nicola Zingaretti sia l’Ambasciatrice della Repubblica Federale di Germania a Roma Dr. Susanne Marianne Wasum-Rainer e, a questo punto, sarà forse una delle prime uscite pubbliche del neo-eletto sindaco Orlando Pocci. Per tre giorni la storica sede CREA di via Cantina Sperimentale sarà il centro di una serie di eventi organizzati dall’istituto di ricerca del Mipaaf e dall’Associazione “Idee in fermento”, protagonista assoluto il vino nelle sue mille sfaccettature. Quest’anno il Paese straniero ospite sarà la Germania (nel 2017 fu la Grecia), al centro di una prestigiosa degustazione organizzata con la Verband Deutscher Prädikatsweingüter (associazione che raggruppa i migliori vini tedeschi) e guidata da Nicoletta Dicova. La manifestazione ruoterà ancora una volta sul grande Banco d’Assaggio, che quest’anno si apre ai vini del Mondo (oltre a quelli nazionali ovviamente) superando le 200 etichette in degustazione, ma sarà arricchita come sempre da reading enoletterari, installazioni artistiche, degustazioni guidate, laboratori sensoriali, musica dal vivo e un’area food   ricca. La conclusione sarà dedicata alla beneficienza, con l’asta di bottiglie originali a favore di Lollo 10, associazione che sostiene le famiglie dei piccoli degenti dei reparti di Oncologia Pediatrica e Neurochirurgia Infantile del Policlinico “Gemelli” di Roma. Per informazioni e prenotazioni, obbligatorie per le degustazioni guidate, sono attivi il sito www.ideeinfermento.it e la pagina Facebook “Tutti giù in cantina”.

 

L’evento prenderà il via venerdì 29 giugno alle 18 con l’attivazione di Banchi di Assaggio Vini, Area Food, installazione “Vite a rendere” a cura dell’Associazione “Manacubba” ed estemporanea di pittura “Vinarelli”. Alle 21.30 degustazione diacronica “Dal vignarolo al sommelier”, con Simona Soprano e Maurizio Taglioni, finale in musica alle 22.30 con “World Wine Blues”, reading musicale con Enrico Lopez e Marco Caracci.

Sabato 30 giugno apertura alle 18, primo evento alle 18.30 con “Per sempre maritati. L’Italia, la Germania, il vino nei diari e nei dipinti dei grand tourists” di e con il professor Marco Nocca. Alle 19.30 Degustatio Magistralis “Ars Magna. I grandi cru di Omina Romana”, focus e omaggio alle grandi potenzialità del territorio veliterno, alle 21.30 la grande Lina Bernardi sarà impegnata nella performance teatrale “Letture etiliche” per finire alle 22.15 con “Smoke on the wine”, laboratorio sensoriale sigari & vino tenuto da Paolo Faticanti.

Domenica 1 luglio si partirà invece alle 11.00, alle 11.30 ci sarà la premiazione della prima edizione del Concorso “Dall’uva al Vino”, riservato agli alunni delle scuole primarie. Alle 12.30 Cucinare con il vino – Showcooking con lo chef Alessio Cianpanella (Ristorante “L’arte d’amare gli antichi sapori” di Velletri) in collaborazione con archfood e abbinamento vini a cura dei sommelier FISAR. Nel pomeriggio alle 17.00 l’incontro “Ridisegnare i paesaggi e culture del vino con la genetica e l’archeologia delle varietà viticole” tenuto da Stefano Dellungo. Alle 18 Henos Palmisano guiderà un evento-degustazione dal titolo “Il vino nell’antico Lazio, tra storia e mito” con alcuni vini del territorio, mentre alle 19.00 prenderà il via la Degustatio Magistralis “Nobili si nasce! Grande verticale di Nobile di Montepulciano Riserva” con l’azienda Carpineto. Ultimo evento programmato per le 20.30 sarà l’Asta di beneficenza per l’Associazione “Lollo 10”.

Un impegno notevole per gli organizzatori, che sperano di ripetere il successo dello scorso anno, o meglio aumentarlo visto l’incremento degli sforzi fatti.
“Tutti giù in cantina” ha ricevuto il Patrocinio dell’Ambasciata della Repubblica Federale di Germania a Roma, della Regione Lazio e del Comune di Velletri; garantiranno il loro supporto Fisar Delegazione Roma e Castelli Romani, Assoenologi Lazio-Umbria, Associazione Manacubba e “Casa di Goethe Museum”; main sponsor è la Banca Popolare del Lazio.

 

Fonte: Idee in fermento

“Tutti giù in Cantina” 2018 nella sede CREA dal 29 giugno all’1 luglio, i nostri sommelier protagonisti

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinFacebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedin
Torna il festival della Cultura del Vino ma anticipa a fine giugno, ospite d’onore la Germania. Velletri e i nostri sommelier per tre giorni prptagonisti del mondo dei grandi vini

 

Tutti giù in Cantina” quest’anno arriva in anticipo, il Festival della Cultura del Vino di Velletri alla sua quarta edizione si svolgerà dal 29 giugno all’1 luglio, sempre nella sede CREA di via Cantina Sperimentale. Non è però questa l’unica novità dell’evento organizzato da CREA e Associazione “Idee in Fermento”, le cantine aderenti al Banco d’Assaggio saranno 100 (con oltre 200 vini in degustazione dall’Italia e dal Mondo tramite il consueto calice con tracollina) mentre il Paese straniero ospite sarà la Germania (nel 2017 fu la Grecia). Confermate le tre Degustatio Magistralis, i reading enoletterari, le installazioni artistiche, musica dal vivo e un’area food ancora più ricca. La conclusione sarà ancora dedicata alla beneficienza, con l’asta di bottiglie di vecchie e nuove annate a favore di Lollo 10, associazione che sostiene le famiglie dei piccoli degenti dei reparti di Oncologia Pediatrica e Neurochirurgia Infantile del Policlinico Agostino Gemelli di Roma. La manifestazione, alla quale hanno aderito anche la Verband Deutscher Prädikatsweingüter (l’associazione che raggruppa i migliori vini tedeschi) e la “Casa di Goethe Museum”, ha ricevuto il Patrocinio dell’Ambasciata della Repubblica Federale di Germania a Roma, della Regione Lazio e del Comune di Velletri, mentre garantiranno il loro supporto Fisar Delegazione Roma e Castelli Romani, Assoenologi Lazio-Umbria e l’Associazione Manacubba mentre la Banca Popolare del Lazio ha sostenuto l’evento come main sponsor.

 

IL PROGRAMMA

La manifestazione si aprirà ufficialmente venerdì 29 giugno alle 18 alla presenza delle autorità, a seguire si attiveranno i Banchi di Assaggio Vini, l’Area Food, sarà visitabile l’installazione artistica “Vite a rendere” e sarà operativa l’estemporanea di pittura “Vinarelli”. Alle 19 prenderà il via la prima Degustatio Magistralis “La Germania del vino: tutti i colori del bianco” (su invito). Alle 21.30 sarà la volta della degustazione diacronica “Dal vignarolo al sommelier”, con Simona Soprano e Maurizio Taglioni, per concludere in musica alle 22.30 con “World Wine Blues”, reading musicale con Enrico Lopez e Marco Caracci.

Sabato 30 giugno apertura della manifestazione ancora alle 18, primo evento alle 18.30 con “Per sempre maritati. L’Italia, la Germania, il vino nei diari e nei dipinti dei grand tourists” di e con il professor Marco Nocca. Alle 19.30 Degustatio Magistralis “Ars Magna. I grandi cru di Omina Romana”, un focus e un omaggio alle grandi potenzialità enologiche del territorio veliterno, alle 21.30 sarà la volta della grande Lina Bernardi impegnata nella performance teatrale “Letture etiliche” per finire alle 22.15 con “Smoke on the wine”, laboratorio sensoriale sigari & vino tenuto da Paolo Faticanti.

Domenica 1 luglio si partirà invece la mattina, alle 11.00, con l’apertura della manifestazione, poi alle 11.30 ci sarà la premiazione della prima edizione del Concorso “Dall’uva al Vino”, riservato agli alunni delle scuole primarie. Alle 13.00 Showcooking con lo chef Alessio Cianpanella (Ristorante L’arte d’amare gli antichi sapori di Velletri) in collaborazione con archfood e abbinamento vini a cura dei sommelier FISAR. Nel pomeriggio alle 15.00 l’incontro “Ridisegnare i paesaggi e culture del vino con la genetica e l’archeologia delle varietà viticole” tenuto da Stefano Dellungo. Alle 16 Henos Palmisano guiderà un evento-degustazione dal titolo “Il vino nell’antico Lazio, tra storia e mito” con alcuni vini del territorio, mentre alle 19 prenderà il via la Degustatio Magistralis “Nobili si nasce! Grande verticale di Nobile di Montepulciano Riserva Poggio Sant’Enrico” con l’azienda Carpineto. Ultimo evento programmato per le 20.30 sarà l’Asta di beneficenza per l’Associazione “Lollo 10”. Un impegno notevole per gli organizzatori, che sperano di ripetere il successo dello scorso anno, o meglio aumentarlo visto l’incremento degli sforzi e degli investimenti fatti.

Per informazioni e prenotazioni, obbligatorie per le Degustatio Magistralis, si possono visitare il sito www.ideeinfermento.it e la pagina Facebook “Tutti giù in cantina”.

 

Nella foto la nostra squadra al termine dell’edizione 2017

Fisar Roma e Castelli Romani porta nella Capitale la sfida del Rosato Autoctono Italiano (Comunicato stampa)

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinFacebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedin

Venerdì 8 giugno allo Sheraton Rome Hotel grandi numeri per la degustazione organizzata dai sommelier romani con la guida del giornalista Angelo Peretti, tra i massimi esperti di rosati in Italia

Roma, 12 giugno 2018 – Un viaggio da nord a sud Italia alla ricerca dei migliori vini rosati, selezionati però in virtù di tradizione e vitigni autoctoni. Questo il perno della serata “Rosato Autoctono Italiano”, organizzata dalla Delegazione Fisar Roma e Castelli Romani lo scorso venerdì 8 giugno allo Sheraton Roma Hotel, prima uscita pubblica del nuovo Consiglio di Delegazione eletto ad aprile.

Che il rosato sia un vino “minore” lo pensano in molti, sicuramente però non la vedono così gli oltre 70 iscritti alla degustazione, arricchita da una guida d’eccezione come Angelo Peretti, giornalista tra i massimi esperti di vini rosati in Italia (www.internetgourmet.it) e consulente del Consorzio di Tutela Chiaretto e Bardolino.

Il rosato, quando fatto bene e frutto di una tradizione, è un vino di pari dignità rispetto ai bianchi e ai rossi. Un fatto poco avvertito dal mercato italiano, nel quale solo il 6% dei consumatori beve regolarmente vini rosati contro il 34% dei francesi, eppure l’Italia è il quarto Paese produttore di questa tipologia. Una anomalia incredibile se pensiamo, tra l’altro, ai numerosi eventi dedicati a questa tipologia, il prossimo 3 luglio a Roma ci sarà BereRosa 2018 organizzato da Cucina&Vini ma anche la Delegazione Fisar di Manziana organizza ogni anno “Rose… Rosati & Rosé” a metà maggio a Bracciano (e infatti tra i graditi ospiti della serata c’era anche la Delegata Fisar di Manziana Monti Sabatini Silvia Zannetti).

Tradizione e vitigno rappresentano il nocciolo della degustazione organizzata dalla Fisar Roma e Castelli Romani ma anche del Patto di Intenti firmato ad aprile tra Consorzio di Tutela Chiaretto e Bardolino, Consorzio Valtènesi, Consorzio di Tutela Vini d’Abruzzo, Consorzio di Tutela Castel Del Monte e Consorzio di Tutela Vini Dop Salice Salentino. I cinque Consorzi storicamente vocati, e in alcuni casi “dedicati”, ai rosati italiani si sono riuniti per ribaltare l’idea che si ha in Italia di questa tipologia di vino. Un progetto che ha visto la luce allo scorso Vinitaly e che nella serata organizzata dalla Fisar vede la sua prima tappa romana, con al centro vini delle aziende: Poggio delle Grazie, Vigneti Villabella, Torre Zambra, Costantini, Masseria Faraona, Vignuolo, Torrevento, Rivera, Cantina San Donaci e Candido.

Corvina Veronese, Groppello, Montepulciano d’Abruzzo, Bombino Nero, Nero di Troia e Negroamaro i vitigni presentati durante la serata, un modo per ripassare – anche – l’enografia nazionale da parte dei molti iscritti ai corsi per sommelier seduti in sala. Ma soprattutto un viaggio che ha aperto gli occhi ai presenti sulla grande varietà e ricchezza dei rosati italiani, a cominciare dall’assunto – errato –  che i rosati siano tutti uguali!

In questi giorni stanno arrivando a conclusione i corsi della Fisar a Roma (EUR e Parioli), Marino, Velletri e Anzio, in vista di una meritata pausa estiva, ma la Delegazione Roma e Castelli Romani non smetterà di lavorare durante l’estate per gli eventi e la programmazione della nuova stagione, viaggi didattici compresi. Tutto sempre rintracciabile al sito www.fisar-roma.it (per informazioni: info@fisar-roma.it).

Alla scoperta della Tuscia…quella storica

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinFacebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedin

La Fisar, con la nostra Delegazione di Roma in prima linea, coadiuvata da quella di Viterbo, ha avuto modo di prestare servizio alla degustazione “Piacere Tuscia”. Una giornata di banchi di assaggio che si è svolta lo scorso 13 maggio nelle splendide sale dello Sheraton Hotel, nostra sede storica. I nostri 15 sommelier impegnati si sono occupati di servire e raccontare i vini di molte delle aziende presenti sui banchi. Oltre 60 infatti erano le aziende vinicole partecipanti a quest’evento, voluto da Carlo Zucchetti, l’enogastronomo con il cappello, ed organizzato con tutta la sua redazione (www.carlozucchetti.it).

Un focus a tutti gli effetti sulla Tuscia, non quella attuale, bensì quella storica, che oltrepassa i confini politici del Viterbese e sconfina nella Doc del Bianco di Pitigliano, in Umbria nelle zone di Orvieto e Narni e su tutta la costa etrusco-laziale. Una Tuscia del tutto nuova quindi, che mira ad una continuità geologica dei propri territori che accomuna tutto ciò che ne nasce. A partire dal vino, che ovviamente, visto il nostro mestiere e la nostra passione, non poteva che esser presentato con estrema cura e rispetto. Proprio per questo la nostra collaborazione è stata voluta e gradita, da chi ha organizzato e da tutte le persone che hanno gremito la sala. Tra le numerose aziende presenti è stata molto gradita la presenza al banco di tanti produttori in prima persona, che con la loro partecipazione hanno sicuramente arricchito e valorizzato la giornata. Non una semplice degustazione, ma qualcosa di più, un’iniziativa di formazione oseremmo dire, che ci ha visti coinvolti e portatori (sani) di quello che tentiamo di perseguire e diffondere sempre di più, semplicemente la cultura che c’è nel buon bere.

Questo l’elenco delle aziende presenti:
Antica Cantina Leonardi, Antonella Pacchiarotti, Antonio Camillo, Argillae, Barberani, Bigi, Bottaccio, Cantina Altarocca, Cantina di Montefiascone, Cantina Stefanoni, Cantine Capitani, Cantine Neri, Casale Cento Corvi, Castelli Debora, Castello di Corbara, Ciucci, Cordeschi, Decugnano dei Barbi, Doganieri-Miyazaki, Famiglia Cotarella, Fattoria Giro di Vento, Fattoria Madonna delle Macchie, Feudi Spada, Il Vinco, La Biagiola, La Carraia, La Madeleine, La Maliosa, La Palazzola, Le Crete, Leonardo Bussoletti, Madonna del Latte, Mazziotti, Montauto, Muscari Tomajoli, Palazzone, Paolo e Noemia D’Amico, Papalino, Piancardo, Podere Grecchi, San Giovenale, Sandonna, Sassotondo, Sergio Mottura, Tenuta di Salviano, Tenuta La Pazzaglia, Tenuta Le Velette, Tenuta Ronci di Nepi, Tenuta Tre Cancelli, Terre del Veio, Terre di Marfisa, Terre Etrusche Cantine Lotti, Trebotti, TrentaQuerce, Valle Perlata, Vignaioli del Morellino di Scansano, Vigne del Patrimonio, Villa Acquaviva, Villa Puri, Viticoltori dei Colli Cimini, Zanchi.

Fine settimana di eventi con la Fisar Roma: Borgo diVino e Piacere Tuscia

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinFacebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedin

Maggio ricco di appuntamenti per e con la Delegazione Fisar Roma e Castelli Romani. Il fine settimana appena concluso in particolare ci ha visti impegnati su più fronti. A cominciare dalle iniziative in collaborazione con la cooperativa vitivinicola Gotto d’Oro di Marino, che ringraziamo, per la promozione della DOC Roma in quattro diversi contesti, proseguendo poi con due eventi di ampio respiro dentro e fuori la Capitale.

Borgo diVino a Nemi, organizzato da Castelli Experience ci vede ormai collaboratori fissi da tre anni. Cominciato venerdì 11 si è concluso domenica 13 maggio, con banchi d’assaggio e degustazioni guidate e una grandissima presenza di pubblico, grazie anche alle condizioni meteo che hanno permesso di svolgere tutte le attività all’aperto nel bellissimo borgo cittadino.

Al coperto invece, nello Sheraton Hotel di viale del Pattinaggio 100 in zona EUR (nostra sede ufficiale di Roma), si è tenuta la prima edizione capitolina di “Piacere Tuscia“, l’evento organizzato da “Carlo Zucchetti – Il giornale enogastronomico con il cappello” che ha portato in degustazione oltre 50 cantine e diversi produttori gastronomici dal territorio storico della Tuscia, che si allarga ben oltre il Lazio interessando anche Toscana e Umbria. Evento per il quale abbiamo richiesto anche la partecipazione della Delegazione di Viterbo.

Un fine settimana quindi molto intenso, che ci lascia belle sensazioni e ci proietta verso i prossimi impegni. A cominciare dal Mercato FIVI di sabato 19 e domenica 20 giugno al Teatro 10 di Cinecittà, nel quale (domenica) troverete anche uno stand di MareDiVino, evento della Delegazione Fisar di Livorno, con un nostro sommelier a coadiuvare la presenza dei colleghi toscani. Ma a breve saranno resi noti anche gli altri appuntamenti della Delegazione, non solo esterni ma anche interni, prima della consueta pausa estiva, per riprendere quel cammino di conoscenza e passione che è proprio della nostra Federazione.

Prima riunione dei Direttori di Corso della Delegazione

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinFacebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedin

Giovedì 10 maggio presso lo Sheraton Rome Hotel, nostra sede principale all’interno di Roma, si è tenuto il primo di una serie di incontri che il nuovo Consiglio di Delegazione intende organizzare con le varie componenti della Fisar Roma e Castelli Romani. Protagonisti sono stati i Direttori di Corso, convocati da Paolo Pietromarchi – consigliere con delega al coordinamento dei corsi per sommelier – per un incontro conoscitivo e programmatico.

Una novità accolta con molto interesse anche da quelli che per vari motivi non erano presenti e che è diventata anche un momento di riflessione sull’importanza della didattica, nonché sulla presenza – si spera sempre più capillare – della nostra Delegazione sul territorio. Un ruolo importante quello dei Direttori di Corso, come sottolineato anche dal Delegato Angela Maglione, che diventano fulcro dei corsi per sommelier anche prima del loro inizio e non solo durante il loro svolgimento.

Molte le proposte sul tavolo, a partire da una nuova centralità assegnata appunto ai Direttori di Corso, chiamati a proporre oltre che a gestire. Altri appuntamenti saranno poi organizzati per i Relatori e per il Gruppo Servizi, un impegno teso ovviamente alla crescita della Delegazione sia all’interno che all’esterno.

Convocazione Assemblea dei Soci – Aprile 2018

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinFacebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedin

Fisar Delegazione Roma e Castelli Romani
A tutti i soci
Loro sedi
p.c. FISAR Nazionale

 

Roma 29 marzo 2018

 

CONVOCAZIONE  ASSEMBLEA

I soci, come previsto dal regolamento, sono convocati in assemblea ordinaria per il giorno 19 aprile 2018 alle ore 5,00 presso lo Sheraton Roma Hotel in Viale del Pattinaggio 100 a Roma e, occorrendo, in seconda convocazione per il giorno 20 aprile 2018 alle ore 17,00 stesso luogo per discutere e deliberare sul seguente

ORDINE DEL GIORNO

1)   Nomina del presidente dell’assemblea e del segretario

2)   Relazione del Delegato

3)   Relazione del Tesoriere lettura del bilancio 2017

4)   Approvazione del bilancio

 

Seguirà

 

ASSEMBLEA STRAORDINARIA

Nomina degli scrutatori

Votazione per l’elezione del nuovo Consiglio di Delegazione

Le votazioni termineranno alle ore 21,00

 

Si ricordano alcune norme relative alla elezione del Consiglio di Delegazione:

a)    si possono candidare tutti i Soci che siano in regola con la quota sociale e che risultano dall’elenco stampato 10 giorni prima della data di svolgimento dell’assemblea (9 aprile 2018)

b)    le candidature dovranno pervenire al Delegato via mail (info@sommeliers.it) almeno 5 giorni prima dello svolgimento dell’assemblea (14 aprile) e saranno rese note il giorno successivo

c)     il votante può esprimere un massimo di 3 preferenze

d)    ogni votante può avere due deleghe che dovranno avere allegato copia di un documento di identità o copia della tessera FISAR 2018. Le copie devono essere controfirmate dal delegante.

Si allega copia fac-simile di delega

 

 

IL DELEGATO

Filippo Terenzi

 

CONVOCAZIONE ASSEMBLEA 2018

SCARICA DELEGA ELEZIONI

Nuovo Primo Livello ad Anzio dal 20 febbraio

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinFacebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedin

La Fisar Roma e Castelli Romani torna ad Anzio con un nuovo corso di Primo Livello, sede saranno sempre le sale dell’Hotel Lido Garda in Largo G. Caboto.

Si partirà il prossimo 20 febbraio, le lezioni inizieranno alle 20 per terminare circa due ore dopo, comprendendo come sempre unaprima parte teorica e una finale di degustazione pratica con 3 vini ogni sera.

Il costo del corso è di Euro 400 + 70 per la tessera annuale Fisar, per qualsiasi informazione si può scrivere a corsopersommelier@gmail.com o chiamare il numero 339.8737045.

Chi ha già le idee chiare può iscriversi versando direttamente un anticipo per il corso, fissato in Euro 100, sul conto corrente intestato a DELEGAZIONE AUTONOMA FISAR ROMA E CASTELLI ROMANI – VIALE DEL PATTINAGGIO, 100 – 00144 ROMA
IBAN: IT41L0311103226000000006628
con la causale “Iscrizione corso per sommelier Fisar Delegazione Roma Sede di Anzio – Anticipo di Nome e Cognome“.