Diventa sommelier con la Fisar, tra ottobre e novembre corsi in partenza a Roma (Eur e Parioli) e Velletri

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinFacebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedin
Ricomincia l’attività formativa della Delegazione Autonoma di Roma e Castelli Romani, venerdì 21 settembre serata di inaugurazione dei corsi 2018-2019 con apericena all’Hotel Villa Eur

 

Dai un senso alla tua passione” è uno degli slogan più attuali dell’attività formativa della FISAR (Federazione Italiana Sommelier Albergatori e Ristoratori), un impegno che la Delegazione Autonoma “Roma e Castelli Romani” sta programmando con tre nuovi corsi di Primo Livello tra ottobre e novembre a Roma in zona Eur e in zona Parioli, e poi a Velletri. Tra fine anno e inizio 2019 sono previsti poi corsi nelle sedi di Anzio e Marino, ma potrebbero esserci anche altre sorprese visto che la richiesta è tanta e il territorio così vasto che merita più punti di contatto, per qualsiasi informazione si può scrivere a info@fisar-roma.it o visitare il sito www.fisar-roma.it. Intanto venerdì 21 settembre si terrà una serata di inaugurazione dell’anno formativo 2018-2019 nella nuova sede attivata in zona EUR.

Tornando ai corsi di Primo Livello già pronti, il via ci sarà lunedì 1 ottobre presso l’Hotel Villa Eur (Piazzale Marcellino Champagnat, 2), poi giovedì 11 ottobre sarà la volta della sede storica di Velletri (CREA Viticoltura Enologia – via Cantina Sperimentale, 1) mentre mercoledì 28 novembre ripartirà il corso all’Hotel Polo (Piazza Bartolomeo Gastaldi, 4 – Parioli).

Diventare sommelier Fisar è la conclusione di un percorso fatto di passione, ma anche un modo per attivare diverse opportunità lavorative. Il corso è aperto a tutti, l’aspirante sommelier viene infatti guidato dapprima nella conoscenza delle tecniche e delle lavorazioni del vino (ma anche della Birra e dei Distillati) nel Primo Livello, nel Secondo affronta i vitigni e le varie regioni di produzione in Italia e nel resto del mondo, infine al Terzo Livello impara ad abbinare vino e cibo. Il tutto con l’accompagnamento di alcune figure di riferimento formate e certificate da appositi esami interni alla Fisar. Innanzitutto il Direttore di Corso, che segue i corsisti passo passo dall’inizio alla fine della formazione ed è il soggetto di riferimento per qualsiasi questione didattica o burocratica, poi i Relatori che invece cambiano di lezione in lezione (essendo autorizzati ad insegnare solo alcune materie e previo esame di abilitazione), infine il Delegato che – in quanto responsabile unico delle attività Fisar della Delegazione – è sempre a disposizione per qualsiasi chiarimento. Il tutto nell’inquadramento nazionale FISAR, con i Coordinamenti territoriali (Roma e Castelli Romani naturalmente è in quello del Centro Italia), la Giunta e il Presidente Nazionali.

Ma in cosa consiste il corso? In una dozzina di lezioni e alcune “uscite” per ogni livello, le lezioni si tengono sempre lo stesso giorno della settimana con orario 20-22 e sono composte da due parti distinte: la prima è dedicata alla classica didattica frontale mentre la seconda è orientata alla pratica di degustazione. Fin dal primo incontro i corsisti avranno modo di degustare vini (ma anche Birre e Distillati) affinando e mettendo così alla prova le proprie capacità sensoriali. Un’attività che ha solo bisogno di essere allenata e guidata secondo parametri scientifici e didattici, rodati ormai da oltre 40 anni di attività a livello nazionale e da 25 a livello locale. Con l’iscrizione i corsisti riceveranno anche il materiale didattico per la parte teorica (libri, schede di degustazioni, matite, penne ecc.) e per la parte pratica (valigetta porta bicchieri, 4 calici da degustazione Rastal Vinum, cavatappi ecc.) ma – diventando soci FISAR a tutti gli effetti – avranno anche accesso ad una serie di ulteriori vantaggi: rivista trimestrale “Il Sommelier”, Guida Slowine (Fisar è partner di Slow Food), sconti per gli ingressi alle principali manifestazioni enologiche nazionali (Vinitaly ecc.), sconti presso le attività convenzionate sul territorio (Enoteche Rocchi, Bomprezzi e Baranci a Roma; Enoteche “Ivo’s Bar” e “Decanter” a Velletri ecc.).

Le attività della Fisar Roma e Castelli Romani non si concentrano solo sui Primi Livelli, sono infatti in partenza anche i Terzi Livelli di Roma (Villa Eur 11/09 – Polo 12/09), Marino (Gotto d’Oro 24/09) e Velletri (26/09), nonché il Secondo Livello di Anzio (Hotel Lido Garda 2/10). Non mancheranno poi le degustazioni guidate, vere serate di approfondimento su territori, vitigni e aziende con ospiti importanti e vini di grandissimo pregio, il cui calendario sarà diffuso a breve.

Qualsiasi informazione può essere richiesta inviando una mail info@fisar-roma.it o visitando il sito www.fisar-roma.it mentre per i corsi si può anche chiamare direttamente il 3398737045.

DEGUSTAZIONE – The Great CABS, Cabernet Sauvignon dal mondo

Altro grande evento per il ciclo di degustazioni FISAR di vini internazionali “VIN, WEIN & WINE”. Questa volta andiamo ad indagare sulle varie espressioni del CABERNET SAUVIGNON con grandi vini da tutto il mondo, Francia, Sudafrica, Stati Uniti, Italia, Cile ecc.. Sarà un’occasione unica per conoscere territori e sfumature diverse di vini che hanno conquistato il mondo. A guidarci in questo fantastico percorso sarà il Dr. Paolo Pietromarchi, enologo e direttore dei corsi FISAR a Velletri. L’appuntamento è per Venerdì 28 aprile alle 20 presso l’Aula Magna del CREA Enologia di Velletri.
Buona degustazione e…prosit!

Vinitaly 2017

Edizione 51 della fiera dedicata all’eccellenza dell’enologia nazionale e non solo. Fisar protagonista con gli stand istituzionali e la grande convenzione sui biglietti di ingresso (per i SOCI in regola con la tessera).

DEGUSTAZIONE – #SauvBlancDay

Ancora una bellissima degustazione guidata di grandi vini da tutto il mondo, questa volta ottenuti da uve Sauvignon Blanc.
Nell’ambito del ciclo di degustazioni di vini internazionali il 17 marzo sarà la volta dei Sauvignon Blanc provenienti da Francia, Nuova Zelanda, Sudafrica, Stati Uniti e Italia.
Sarà un’occasione unica per conoscere territori e sfumature diverse di vini che hanno conquistato il mondo. A guidarci nel percorso il prof. Antonio Mazzitelli, docente Fisar. L’appuntamento è presso l’Aula Magna del CREA Enologia di Velletri alle ore 20.

L’enologia laziale verso nuovi traguardi con Omina Romana

Appuntamento allo Sheraton Roma Hotel di viale del Pattinaggio 100, protagonista una delle realtà più affascinanti della nostra regione, un progetto di ampio respiro che vuole riportare il nostro territorio ai vertici qualitativi nazionali e internazionali: OMINA ROMANA

L’azienda, con sede a Velletri e fondata da Anton F. Börner, sta già riscuotendo grande successo nei maggiori eventi del vino mondiali, sarà quindi un grande onore per la Fisar Roma poter organizzare e ospitare la PRIMA GRANDE DEGUSTAZIONE DEDICATA A OMINA ROMANA nella Capitale.

Un riconoscimento della nostra serietà e una grande opportunità, non lasciatevela scappare!

Il costo è sempre di 25 euro, ridotto a 20 per i soci Fisar, mentre per le prenotazioni siete pregati di scrivere a delegazionefisarroma@gmail.com.

La degustazione sarà guidata da Luciano Rappo che molti di voi conoscono.

Di seguito la prestigiosa e completa lista dei vini di Omina Romana in degustazione:
2013 BELLONE SPUMANTE IGP LAZIO

2013 SHIRAZ ROSATO SPUMANTE IGP LAZIO 

2012 VIOGNIER

2013 CHARDONNAY

2013 CESANESE 

2012 CABERNET SAUVIGNON

2012 MERLOT

2013 CABERNET FRANC 


CUVEE:

2012 CERES ANESIDORA I

2012 JANUS GEMINUS I

2012 DIANA NEMORENSIS