Sommelier Fisar alla cena del Concerto di Natale di Canale 5

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinFacebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedin

Grandi personaggi e un fine benefico per la cena di gala tenutasi a Roma dopo il Concerto di Natale, il grande evento musicale natalizio giunto alla sua 25^ edizione, organizzato dalla società Prime Time Promotions e andato in onda domenica 24 dicembre scorso su Canale 5. Per la serata, svoltasi nella splendida Villa Aurelia, sono stati ben 20 i sommelier della Delegazione di Roma e Castelli Romani della FISAR che hanno prestato servizio coordinati dal capo servizio Giuseppe Vitale. Un piacere e un onore partecipare ad un evento di questa importanza, sia per il fine benefico sia per i numerosi personaggi pubblici presenti ai tavoli. D’altronde è ormai consuetudine che l’organizzazione chiami proprio la nostra Delegazione, ogni anno, per la cena di beneficenza che segue il concerto. AI 500 invitati sono stati serviti i vini dell’azienda marchigiana Ciù Ciù, in particolare: MERLETTAIE BRUT Vino spumante brut (Pecorino), TEBALDO Marche I.G.P. Bianco, MERLETTAIE Offida D.O.C.G. Pecorino, ESPERANTO
Offida D.O.C. Rosso.

Il concerto, con la conduzione di Gerry Scotti nell’Aula Paolo VI in Vaticano, ha visto salire sul palco molti tra i migliori artisti del panorama musicale italiano ed internazionale: Annie Lennox, Patti Smith, Noa, Imany, Joaquín Cortés, Lola Ponce, Hevia, Al Bano, Alex Britti, Suor Cristina, Gigi D’Alessio, Fabio Armiliato, Giò Di Tonno, Andrea Griminelli, Syria, Cheryl Porter & Hallelujah Gospel Singers, Enrico Ruggeri, Art Voice Academy e il Piccolo Coro di Piazza Vittorio.

L’evento era promosso, come negli ultimi undici anni, dalla Fondazione Don Bosco nel Mondo, l’organismo della Congregazione Salesiana che si occupa di reperire risorse per sostenere i progetti dei missionari salesiani nei quattro angoli della terra. Ma quest’anno il Concerto sostiene anche l’attività della Fondazione Pontificia Scholas Occurrentes, un’istituzione cara a Papa Francesco che l’ha creata per promuovere nelle scuole pubbliche e private di tutto il mondo la cultura dell’incontro per la pace attraverso l’educazione.
Il progetto proposto dalla Fondazione Don Bosco è rivolto alla liberazione dei bambini che in Congo lavorano in condizioni di semischiavitù per l’estrazione del coltan, il minerale necessario per la costruzione dei computer e degli smartphone. Il progetto sul quale richiama l’attenzione la Fondazione Scholas è finalizzato al contrasto del cyber bullismo attraverso l’educazione dei gestori e degli utenti ad un uso corretto degli strumenti di comunicazione elettronica e informatica.

A questo link è possibile vedere il concerto per intero.

Per approfondimenti e altre immagini clicca qui

DoctorWine sceglie FISAR per la presentazione della Guida Essenziale 2018 a Roma

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinFacebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedin

Si è appena conclusa la tappa romana per la presentazione della “Guida Essenziale ai Vini d’Italia 2018” (le altre sono state Milano 1/10 e Londra 10/10) che, per il terzo anno consecutivo, ha visto protagonisti i sommelier della nostra Delegazione.

Una bella serata con grandi vini quella di domenica 15 ottobre all’Hotel Parco dei Principi di Roma, che ha visto protagonisti ben 24 tra i nostri professionisti migliori coinvolti ai banchi d’assaggio. Una serie di etichette davvero incredibile, a piazzarsi infatti al vertice della guida sono cinque vini di grande spessore:

Il Barolo Monfortino Riserva 2010 di Giacomo Conterno (Piemonte) primo assoluto con un punteggio di 100/100, seguito da quattro vini con punteggio 99/100 (Barbaresco Crichet Pajé 2007 di Roagna I Paglieri; Barolo Riserva 2010 di Borgogno; Brunello di Montalcino Vecchie Vigne 2012 di Siro Pacenti e Masseto 2014 di Ornellaia).

Un’altra grande manifestazione per i grandi vini italiani e un’altra occasione per mettere in mostra la professionalità e la bravura dei nostri sommelier!

Ancora grazie agli organizzatori per la fiducia e… arrivederci al prossimo anno!

“Tutti giù in Cantina” a Velletri, programma completo

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinFacebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedin

A Velletri dall’8 al 10 settembre tre giorni di eventi dedicati all’enogastronomia nella storica “Cantina Sperimentale” con ospite d’onore la Grecia con i suoi prodotti tipici

I VISITATORI, ARMATI DI TRACOLLINA E BICCHIERE, POTRANNO VIVERE L’EVENTO IMMERSI NELLA BELLEZZA DELL’ORTO BOTANICO DELL’ISTITUTO ARRICCHITO DA INSTALLAZIONI ARTISTICHE

 

Con oltre 150 etichette in degustazione ai banchi d’assaggio, 6 reading enoletterari, 4 degustazioni guidate, 2 show-cooking e 1 asta di beneficenza la terza edizione del “Festival della Cultura del Vino – Tutti giù in Cantina” si presenta come la più ricca mai pensata. Tre i giorni di attività, 8 – 9 e 10 settembre, che animeranno la sede CREA-VE di Velletri in via Cantina Sperimentale (di fronte al Cimitero), per l’evento di pre-apertura della 87esima Festa dell’Uva e dei Vini di fine mese. La manifestazione è organizzata dall’Associazione “Idee in Fermento” in collaborazione con il CREA-VE e l’Associazione Manacubba, e ha ricevuto il Patrocinio dall’Ambasciata di Grecia a Roma, dalla Regione Lazio e dal Comune di Velletri.

Gli appassionati di vino e della cultura del vino saranno accolti in una struttura storica, per la prima volta sfruttata nella sua intera bellezza con eventi allestiti nell’orto botanico e in mezzo ai vigneti. I visitatori avranno solo l’imbarazzo della scelta, dalla degustazione guidata dedicata ai terroir dove nascono i miglior vini italiani come Barolo o Brunello alle pagine scritte da Mario Soldati e interpretate da Marco Nocca, passando per l’enoteca letteraria della grande Loredana Martinez o l’Incursione Urbana Teatrale della coppia Peroni-Occhiali. Notevoli anche gli approfondimenti come quello di Henos Palmisano su “Il vino di Augusto”, quello di Claudia Giuliani sull’Arte e quello di Stefano Dell’uomo su paesaggio, genetica e archeologia delle varietà viticole. Grande spazio anche alla gastronomia in questa edizione, con un’area food completamente dedicata nella quale trovare tante possibilità per soddisfare il palato, nonché due show coking in grado di attirare la curiosità di molti. Arte e beneficenza completeranno il quadro dell’offerta di “Tutti giù in cantina” 2017 che mira a richiamare visitatori da Roma e dalla provincia di Latina, per farlo mette a disposizione anche un servizio navetta gratuito dal centro città oltre a sfruttare al massimo i parcheggi gratuiti della zona.

La serata di apertura di venerdì sarà dedicata alla Grecia e ai suoi vini, che saranno poi in degustazione anche nei giorni successivi grazie alla società Ellenikà, attesi ospiti istituzionali e del mondo del vino. Largo poi ai migliori vini d’Italia, più di 150 etichette di oltre 60 cantine saranno protagoniste del banco d’assaggio nel quale figurerà anche il meglio della produzione locale. Visite guidate ai vigneti ormai prossimi alla vendemmia e installazioni a cura dell’Associazione “Manacubba”, estemporanea di pittura con i Vinarelli e un’atmosfera leggera ma curata, per immergersi in un’esperienza indimenticabile.

Partner fondamentali dell’appuntamento l’Associazione Enologi ed Enotecnici d’Italia (sez. Lazio-Umbria) e i sommelier della Delegazione Fisar di Roma e Castelli Romani. Due i media-partner, Radio Mania 88.2 e GnamGlam (www.gnamglam.it), che contribuiranno ad ampliare il richiamo dell’evento dopo le fortunate prime due edizioni.

 

INFORMAZIONI, TICKET, NAVETTE, PARCHEGGI

La manifestazione rispetterà i seguenti orari: venerdì 18.00 – 23.30; sabato 18.00 – 24.00; domenica 11.30 – 23.00, è aperta a tutti in modo gratuito mentre prevede un ticket per le degustazioni, i reading enoletterari e il banco d’assaggio.

Il contributo associativo previsto è di 10 euro e, oltre all’omaggio del calice con la tracollina, dà diritto a 8 degustazioni da “consumare” come meglio si crede tra i vari eventi in programma. Si possono usare tutti ai banchi d’assaggio o come gettone di ingresso alle degustazioni guidate o i reading (con la formula di annullare 1 assaggio dal carnet per ogni vino degustato).

Il sabato e la domenica sarà operativa una navetta gratuita con cadenza oraria lungo il percorso circolare: P.zza Garibaldi, P.zza Cairoli, P.zza XX Settembre, Nodo di Scambio (con parcheggio gratuito), Palazzetto dello Sport (con parcheggio gratuito), Via San Biagio (fronte ASL), CREA-VE.

Intorno alla Sede di “Tutti giù in cantina” sono disponibili molti parcheggi gratuiti, i due del Cimitero e lungo tutta via San Biagio.

 

IL BANCO D’ASSAGGIO

Oltre 60 le cantine di tutta Italia, con un’attenzione particolare verso il territorio, presenti al Banco d’Assaggio gestito dai sommelier della Fisar Roma. Strumento fondamentale sarà la tracollina con il bicchiere che sarà possibile ritirare senza prenotazione direttamente nella sede dell’evento, versando un contributo di 10 euro che darà diritto ad 8 degustazioni da scegliere tra il banco d’assaggio e gli altri eventi (Degustazioni Guidate e Reading Enoletterari).

 

LE DEGUSTAZIONI GUIDATE

Quattro le “Degustatio Magistralis” previste quest’anno, tutte si terranno dell’Aula Magna del CREA-VE. La prima sarà dedicata alla Grecia, la seconda ai grandi terroir italiani, la terza ai vini spumanti e la quarta alle nuove chiusure per il vino, quest’ultima in collaborazione con Nomacorc Italia. Sui canali istituzionali di Idee in Fermento, sito internet e pagina Facebook, saranno forniti tutti i dettagli dei vini in degustazione e sulle modalità di partecipazione. La prenotazione a questi appuntamenti è fortemente consigliata – saranno appuntamenti a numero chiuso, seduti e con bicchieri a parte – e si può effettuare scrivendo una mail comprensiva di recapito telefonico a info@ideeinfermento.it.

 

I READING ENOLETTERARI

Saranno 6 gli appuntamenti con la cultura del vino, tutti interpretati da grandi personalità dello spettacolo e dell’ambito accademico, tenuti in alcuni splendidi scorci al’aperto come il Teatro Naturale in mezzo ai vigneti o l’Orto Botanico. Aprirà gli eventi il professor Marco Nocca il venerdì sera; seguiranno poi sabato gli interventi di Henos Palmisano su Ottaviano Augusto, dell’attrice Loredana Martinez e della coppia Valerio Peroni e Alice Occhiali; infine domenica Stefano Delluomo parlerà di paesaggi e antiche varietà di uva mentre Claudia Giuliani si dedicherà al rapporto tra arte e vino. La prenotazione a questi appuntamenti – a numero chiuso con posti a sedere contingentati – è fortemente consigliata e si può effettuare scrivendo una mail comprensiva di recapito telefonico a info@ideeinfermento.it.

 

L’AREA FOOD

Quest’anno sarà attrezzata una vera e propria area food con strutture accoglienti che uniranno l’informalità dello street food con l’eleganza del catering di alta classe. A disposizione dei visitatori le preparazioni de “Le Delizie di Chloe”, della “Boutique del Panino” e i grandi formaggi di “Sapori Unici”, per scegliere come cenare o pranzare in base ai propri gusti. Sabato e domenica alle ore 20 sono previsti brevi show cooking con suggerimenti di abbinamento vino-cibo.

 

INSTALLAZIONE ARTISTICA E VISITE GUIDATE AI VIGNETI

L’Associazione Manacubba proporrà una nuova serie di “Vite a Rendere”, il progetto artistico che trae linfa dal recupero della memoria e dalle storie di vita dei vignaioli dei Castelli Romani. Un’esperienza visiva e sonora, dove le fattezze e le voci dei testimoni della tradizione tornano a vivere e raccontare di sé. L’esposizione del 2017 ripercorre la storia della vitivinicoltura mediterranea, caratterizzata e narrata dai miti e dai culti greci prima e romani poi, per giungere infine quasi sostanzialmente immutata nelle voci e nelle vite dei nostri contadini.

Come sempre, anche quest’anno sono previste visite guidate al vigneto del CREA che si terranno durante la giornata di domenica 10 settembre.

 

L’ASTA DI BENEFICENZA

L’Associazione “Idee in Fermento” ha deciso di rendere davvero completa la manifestazione pensando anche ad una iniziativa di solidarietà, ampliando gli orizzonti di uno sforzo che è frutto di una grande passione ma che può dare qualcosa in più. La scelta è ricaduta sui progetti di “Lollo 10”, giovane associazione dedita all’aiuto alle famiglie dei bambini in cura nei reparti di Oncologia Pediatrica e Neurochirurgia del Policlinico Gemelli di Roma. Domenica sera alle 21 si terrà quindi un’asta con in palio alcune bottiglie di vino uniche, rare o di vecchie annate, per raccogliere fondi da destinare a “Lollo 10”.

 

 

 

PROGRAMMA UFFICIALE “TUTTI GIÙ IN CANTINA – FESTIVAL DELLA CULTURA DEL VINO 2017”

VENERDÌ 8

18.00 Apertura ufficiale manifestazione alla presenza delle autorità

18.30 Apertura  stand e installazione artistica “Vite a rendere”, estemporanea di pittura “Vinarelli”

19.00 Apertura Banchi d’Assaggio con i migliori vini italiani, oltre 150 etichette da tutta Italia. 19.00 Apertura Area Food

19.00 Degustatio Magistralis “La Grecia e i suoi vini, la riscoperta delle radici della viticoltura europea” (su invito). Conduce Antonio Mazzitelli in collaborazione con Ambasciata di Grecia ed Ellenikà. AULA MAGNA

21.30 “Il Vino racconta: Marco Nocca legge Mario Soldati”. Degustazione enoletteraria tra i filari della vigna. TEATRO NATURALE

23.00 Chiusura cassa ticket

23.30 chiusura manifestazione

 

SABATO 9

18.00 Apertura manifestazione, Area Food, installazione artistica “Vite a rendere”, estemporanea di pittura “Vinarelli”

18.30 “IUT – Incursione Urbana Teatrale” di e con Valerio Peroni e Alice Occhiali

18.30 “Il vino di Augusto: viaggio storico-culturale alla scoperta dell’Imperatore cresciuto a Velletri” di Henos Palmisano. Con degustazione dei vini del territorio. AULA MAGNA

19.00 Apertura Banchi d’Assaggio,

19.15 “L’Enoteca Letteraria” enoreading con Loredana Martinez. TEATRO NATURALE

20.00 Show Cooking de “Le Delizie di Chloe” – AREA FOOD

21.00 “In vino veritas, letture per palati raffinati” con Valerio Peroni e Alice Occhiali. ORTO BOTANICO

22.00 Degustatio Magistralis “I grandi Terroir. Dove nascono il Barolo, il Brunello e i grandi vini italiani”. Conduce Paolo Pietromarchi. AULA MAGNA

23.00 Chiusura cassa ticket

23.30 Chiusura manifestazione

 

DOMENICA 10

11.30 Apertura spazi espositivi

12.00 Apertura Banchi d’Assaggio, Area Food, installazione artistica “Vite a rendere”, estemporanea di pittura con il vino “Vinarelli” e visite guidate al vigneto sperimentale del CREA-VE

12.15 Degustatio magistralis. “Bollicine e… Bollicine”. Conduce Fabio Ciarla. AULA MAGNA

15.00 “Ridisegnare i paesaggi e culture del vino con la genetica e l’archeologia delle varietà viticole”, con Stefano Delluomo. PERGOLA PROSPERI

16.30 “Di-Vino e profano. Il vino nella storia dell’arte” con Claudia Giuliani. AULA MAGNA

18.30 Degustatio Magistralis “Taste the difference” per scoprire l’importanza della gestione dell’ossigeno nelle chiusure per vino, in collaborazione con Nomacorc. AULA MAGNA

20.00 Show Cooking de “Le Delizie di Chloe” – AREA FOOD

21.00 Asta di beneficenza: bottiglie uniche, rare e di grandi annate. ORTO BOTANICO

22.30 Chiusura cassa ticket

23.00 Chiusura manifestazione

Fisar Roma e Castelli Romani presente a “Tutti giù in Cantina – Festival della Cultura del Vino” di Velletri – 8/9/10 settembre

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinFacebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedin

Torna il Festival della Cultura del Vino “Tutti giù in Cantina”, a Velletri tre giorni di eventi con ospite d’onore la Grecia

Nell’ex Cantina Sperimentale dall’8 al 10 settembre i migliori vini di oltre 50 grandi cantine da tutta Italia con area food, reading enoletterari, spettacoli e degustazioni guidate

Torna il Festival della Cultura del Vino “Tutti giù in Cantina” a Velletri nella sede CREA-VE, da venerdì 8 a domenica 10 settembre si alterneranno degustazioni guidate, installazioni artistiche, reading enoletterari, visite guidate ai vigneti e il consueto prestigioso banco d’assaggio con oltre 50 grandi cantine da tutta Italia da gustare grazie alla classica tracollina con bicchiere. Programma più ricco e vario che mai, supportato anche da un’area food che unirà il cibo di strada con le tradizioni locali per l’evento di pre-apertura della 87esima Festa dell’Uva e dei Vini prevista a Velletri nei giorni 30 settembre – 1 ottobre.

Ma la novità più importante di questa terza edizione è sicuramente la presenza come ospite della Grecia, con i suoi vini e le sue produzioni agroalimentari, grazie alla concessione del Patrocinio Morale da parte dell’Ambasciata di Grecia a Roma. Venerdì 8 si terrà una degustazione guidata di vini greci mentre per tutta la durata della manifestazione sarà attivo uno stand con i sapori tipici gestito da Ellenikà società di distribuzione.

La manifestazione ha ricevuto il patrocinio della Regione Lazio e del Comune di Velletri, mentre l’organizzazione vede in primo piano ancora una volta l’associazione culturale “Idee in Fermento” di Velletri (www.ideeinfermento.it), il CREA-VE che ospiterà l’evento nella storica struttura di via della Cantina Sperimentale e l’associazione culturale “Manacubba”, il tutto in collaborazione con l’Associazione Enologi ed Enotecnici d’Italia (sez. Lazio-Umbria) e la Delegazione Fisar di Roma e Castelli Romani.

I sommelier della nostra Delegazione saranno protagonisti dei Banchi d’Assaggio (ad oggi siamo ad oltre 150 etichette da tutta Italia) e delle degustazioni guidate. Il nostro Antonio Mazzitelli sarà inoltre il relatore della degustazione di apertura della manifestazione dedicata ai vini greci mentre nelle altre saranno presenti i relatori Paolo Pietromarchi e Fabio Ciarla.

Centrale, come sempre, sarà il grande banco d’assaggio che vedrà protagonisti i grandi vini italiani di oltre 50 cantine dal Piemonte alla Sicilia, dalla Puglia al Trentino e un focus sulle produzioni veliterne. Ma non mancheranno gli approfondimenti e gli spettacoli, con un programma che sarà comunicato a breve. Spazio anche a solidarietà e cultura, mentre l’incontro con l’arte sarà curato ancora una volta dall’Associazione Manacubba, che proporrà una nuova serie di “Vite a Rendere”. Il progetto artistico, che trae linfa dal recupero della memoria e dalle storie di vita dei vignaioli dei Castelli Romani, giunge alla sua seconda installazione. Un’esperienza visiva e sonora, dove le fattezze e le voci dei testimoni della tradizione tornano a vivere e raccontare di sé, con sguardi, gesti, atteggiamenti e stralci di voci, qui fissati in un’installazione artistica e riuniti in un percorso che dà vita a suggestioni narrative, ricordi lontani e interessi futuri, per non dimenticare, per riscoprire, per tramandare. L’esposizione del 2017 ripercorre la storia della vitivinicoltura mediterranea, caratterizzata e narrata dai miti e dai culti greci prima e romani poi, per giungere infine quasi sostanzialmente immutata nelle voci e nelle vite dei nostri contadini. Nelle fisionomie dei corpi, si scorge il tratto, appena abbozzato, del vino, che scorre al pari di una linfa rigeneratrice, mai esaurita, pulsante e viva come è vivo lo scorrere del sangue nelle vene, liquido puro che racchiude in sé tutte le storie antiche e moderne.  Un progetto questo, e una mostra, che sono un omaggio a loro, ai vignaioli, e un auspicio: che le loro siano sempre Vite a Rendere! Il progetto è promosso dall’Associazione Culturale Manacubba, a cura di: Giorgio Masi (Artista, Vinarellista), Simona Soprano (Conservatrice del Museo diffuso del Vino di Monte Porzio Catone) e Maurizio Taglioni (Sociologo, Direttore responsabile lavinium.com).

Fondamentale la condivisione e l’appoggio dei media-partner Radio Mania 88.2 e GnamGlam (www.gnamglam.it), che contribuiranno ad ampliare il richiamo dell’evento dopo le fortunate prime due edizioni.

 

Fonte: Comunicato Stampa Idee in Fermento

Vino e stelle, sommelier Fisar protagonisti a Velletri e Marino

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinFacebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedin

Torna Calici di Stelle e i sommelier della Delegazione Fisar di Roma e Castelli Romani sono subito protagonisti, in due località – Velletri e Marino – dove tra l’altro a breve partiranno nuovi corsi di primo livello.

Venerdì 4 e sabato 5 agosto i nostri ragazzi sono stati chiamati ad accogliere i visitatori armati di bicchiere e tracollina, richiamati dall’evento organizzato in tutta Italia dal Movimento Turismo del Vino, lungo corso Trieste a Marino. Dalla fontana dei Mori, dove sgorga vino nella famosa Sagra dell’Uva, fino alla Cattedrale di San Barnaba, tutto il caratteristico corso era stato allestito con stand per il vino e alcuni prodotti enogastronomici di alta qualità, un’offerta di ottimo livello apprezzata da tutti i presenti nelle due serate della manifestazione. Sabato 5 spazio anche per l’approfondimento, con un incontro di introduzione alla degustazione e alla conoscenza del vino tenuto dal nostro relatore Fabio Ciarla nella Sala Lepanto.

Sempre sabato 5 il binomio stelle/vino è stato celebrato anche a Velletri, in piazza Mazzini, dove si è radunata una gran folla per degustare i vini delle cantine selezionate e ascoltare musica. Uno spazio recuperato alla fruizione della città, così come era stato per le precedenti location scelte (Portici del Palazzo Comunale, Casa delle Culture).

Un successo la presenza, professionale e appassionata, dei nostri sommelier coordinati dal Capo Servizi Giuseppe Vitale. Una visibilità che ha già portato a nuovi contatti per i corsi di formazione che partiranno (oltre che nella Capitale allo Sheraton Hotel in zona Eur e al Polo Hotel in zona Parioli) il 4 ottobre a Velletri (sede CREA-VE) e il 16 ottobre a Marino (Salotto del Vino, presso Gotto D’Oro). Previsto anche un corso ad Anzio (Hotel GARDA) con inizio il 3 ottobre. Per le informazioni sui corsi fuori Roma si può scrivere a: corsopersommelier@gmail.com

Vinitaly 2017, stand FISAR e acquisto biglietti scontati

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinFacebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedin

Anche quest’anno FISAR sarà presente al Vinitaly 2017 che si terrà a Verona da domenica 9 a mercoledì 12 aprile 2017 con lo stand istituzionale FISAR – Tensostruttura Area D stand D1, lo stand della rivista Il Sommelier – Galleria dei Signori tra i Padd. 11 e 12 stand 5 e, novità di quest’anno, con lo stand VINO È – Galleria dei Signori tra i Padd. 11 e 12 stand 6.

ACQUISTO BIGLIETTI GIORNALIERI VINITALY PER I SOCI FISAR

I Soci FISAR hanno la possibilità di acquistare i biglietti giornalieri per la manifestazione al prezzo ridotto di 38,00 euro anziché di 80,00 euro in biglietteria e 75,00 euro online.
I biglietti sono disponibili solo ed esclusivamente in formato elettronico print@home e saranno NOMINALI.
Tutti i Soci che vorranno usufruire della riduzione dovranno acquistare il biglietto esclusivamente tramite la propria Delegazione di appartenenza che si occuperà di raccogliere le richieste e di inviarle alla mail preposta utilizzando un modulo d’ordine cumulativo. Ordini ricevuti da parte del singolo Socio non potranno essere gestiti.

Per ogni singolo biglietto ordinato dalla Delegazione, il Socio riceverà direttamente dal portale Vinitaly al proprio indirizzo di posta elettronica un codice elettronico. Vi chiediamo, pertanto, di prestare attenzione alla casella di posta elettronica, verificando anche la casella di posta indesiderata. Poiché i codici verranno spediti direttamente dal portale Vinitaly e non dalla Segreteria Nazionale FISAR non sarà possibile inviare lo stesso codice due volte.
Il portale Vinitaly invierà automaticamente all’indirizzo di posta elettronica del Socio che ha ordinato i biglietti tante mail quanti sono i biglietti da lui ordinati.
Per stampare il proprio biglietto d’ingresso alla manifestazione, il Socio dovrà registrarsi sul portale Vinitaly attraverso il link presente nella mail di accompagnamento del codice elettronico (o accedere con user e password se già registrato in precedenza), inserire i propri dati personali e il codice alfanumerico indicato nella email. A questo punto sarà possibile scaricare e stampare il biglietto per l’ingresso al Vinitaly.
Vi ricordiamo che Vinitaly permette l’accredito di massimo 4 biglietti per anagrafica.
Il codice inviato tramite mail non è un biglietto e non permetterà l’accesso diretto al Vinitaly.
Per accedere alla manifestazione è necessario scaricare e stampare il biglietto dal portale Vinitaly e presentarlo all’ingresso.

ATTENZIONE:
Vista la gestione articolata per l’emissione dei biglietti, sarà possibile gestire solamente gli ordini che perverranno in Segreteria ENTRO E NON OLTRE IL 26 MARZO 2017.

 

Cosa fare (in breve):
effettuare bonifico di 38,00 euro per ogni biglietto da ordinare (causale: ordine biglietti Vinitaly 2017), per un massimo di 4 biglietti per ogni socio, sul conto FISAR delegazione di Roma (IT41L0311103226000000006628); successivamente mandare una mail all’indirizzo delegazionefisarroma@gmail.com con OGGETTO “prenotazione n. X biglietti Vinitaly 2017”, nel corpo della mail specificare CON LA MASSIMA ATTENZIONE nominativo e indirizzo mail del socio ordinante e allegare copia del bonifico.

 

Vinitaly 2016, come sfruttare le agevolazioni FISAR

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinFacebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedin

Anche quest’anno i Soci Fisar hanno la possibilità di acquistare i biglietti giornalieri per il Vinitaly al prezzo ridotto di €38,00 rispetto agli 80,00 euro previsti nell’acquisto diretto. Da quest’anno però non saranno più disponibili i biglietti in formato cartaceo ma solo ed esclusivamente in formato elettronico Print@home. Questo comporta una gestione più articolata del singolo ordine rispetto agli anni precedenti che cerchiamo di spiegare di seguito, tenendo sempre presente comunque che la segreteria di Delegazione è a vostra disposizione per chiarimenti diretti.

PROCEDURA

Tutti i Soci che vorranno usufruire dello sconto dovranno necessariamente acquistare il biglietto tramite la Delegazione di appartenenza che si occuperà di raccogliere le richieste e di inviarle all’organizzazione del Vinitaly (N.B.: gli ordini ricevuti da parte del singolo Socio non potranno essere gestiti) mandando una mail a delegazionefisarroma@gmail.com.

Per ogni singolo biglietto ordinato dalla Delegazione, l’addetto della Segreteria procederà con l’emissione del relativo codice elettronico attraverso il portale del Vinitaly dove verranno inseriti i dati del Socio e il suo indirizzo email. Il portale del Vinitaly invierà automaticamente alla mail di ciascun Socio che ha ordinato i biglietti tante mail quanti sono i biglietti da lui ordinati. Per stampare il proprio biglietto d’ingresso alla manifestazione, il Socio dovrà registrarsi sul portale Vinitaly attraverso il link presente nella mail di accompagnamento del codice elettronico (o accedere con user e password se ci si è già registrati in precedenza) e una volta inseriti tutti i propri dati dovrà inserire il codice alfanumerico indicato nella mail. A questo punto sarà possibile scaricare e stampare il biglietto per l’ingresso al Vinitaly.

A tale proposito vi chiediamo di prestare molta attenzione alla casella di posta elettronica, verificando anche la casella di posta indesiderata. Poiché i codici verranno spediti direttamente dal portale Vinitaly e non dalla Segreteria Nazionale Fisar, non sarà possibile reinviare lo stesso codice due volte.

Vi ricordiamo che Vinitaly permette l’accredito di massimo 4 Biglietti per Anagrafica.

Il codice inviato tramite mail non è un biglietto e non permetterà l’accesso diretto al Vinitaly.

Per accedere alla manifestazione è necessario scaricare e stampare il biglietto dal portale Vinitaly e portarlo con sé.

Non sarà possibile emettere fattura verso terzi per l’acquisto dei biglietti.

Vista la gestione articolata per l’emissione dei biglietti, sarà possibile gestire solamente gli ordini che perverranno in Delegazione entro il 20 marzo 2016. I codici elettronici comunque non saranno spediti prima del 15 marzo 2016.

Fisar Roma, una settimana tra Gambero e Riesling

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinFacebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedin

Tanti e importanti gli impegni per la Delegazione Fisar Roma ad Ottobre. Il mese delle presentazioni delle guide, per noi ha significato – tra l’altro – una settimana in compagnia del Gambero Rosso. Primo evento che ci ha visto coinvolti la premiazione della guida “Ristoranti d’Italia”, le famose Tre Forchette, che ha raccolto nelle sale dello Sheraton Roma Hotel, sede della nostra Delegazione, un pubblico selezionato di circa 150 persone. Nella serata di lunedì 12 ottobre i nostri sommelier hanno gestito l’aperitivo e il banco d’assaggio, mettendo in mostra la qualità del servizio raggiunta in anni di esperienza. Ancora Roma protagonista, ma cooptando le consorelle vicine visto l’alto numero di sommelier richiesti, per il grande e prestigioso banco d’assaggio dei Tre Bicchieri di sabato 17 ottobre, in contemporanea con il Congresso Nazionale Fisar di Milano, sempre allo Sheraton Hotel. Ben 60 i sommelier coinvolti, con quelli di Roma e Castelli Romani a coprire per oltre la metà le richieste (compatibilmente con la partecipazione al Congresso Nazionale) e in aggiunta i colleghi delle Delegazioni de L’Aquila, Manziana, Viterbo, Orvieto, Sabaudia e Latina. Una prova organizzativa importante per il nostro Gruppo Servizi che ha coordinato al meglio, con professionalità e serietà, tutti i colleghi intervenuti ottenendo un grande successo per la Fisar.

Una settimana da protagonisti, per i nostri sommelier, su uno dei palcoscenici più prestigiosi dell’enogastronomia nazionale come quello del Gambero Rosso, completata da una partecipatissima (oltre 80 persone presenti in sala) degustazione di 20 Riesling alsaziani venerdì 16 ottobre, sempre allo Sheraton Hotel, sotto la guida del nostro Antonio Mazzitelli.

Le stagioni della vite si conclude con la festa della vendemmia

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinFacebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedin

Grande e degna conclusione per l’iniziativa “Le stagioni della vite” che ha visto coinvolta la Delegazione di Roma e Castelli Romani in alcuni incontri di approfondimento presso l’istituto di ricerca del Crea di Velletri (già Cantina Sperimentale e Regio Vivaio), dotato anche di un vigneto didattico oltre che di laboratori e una cantina completamente attrezzata. Sabato 19 settembre i sommelier in visita alla struttura, guidati come sempre dal prof. Paolo Pietromarchi (responsabile dei corsi di Velletri e Anzio nonché enologo ricercatore presso il Crea appunto), hanno quindi potuto approfondire le tematiche della maturità dell’uva, dalle attenzioni alle analisi tecniche a quelle rientranti nella parte sensoriale e organolettica. Quasi mai, infatti, ci si basa solo sulla misurazione dei parametri fondamentali (zuccheri, acidità ecc.) per decidere il momento giusto per vendemmiare. Rimane infatti fondamentale la sensibilità dell’uomo, produttore e/o enologo che sia, in funzione dell’idea di vino che si vuole raggiungere. La giornata iniziata in vigneto è quindi proseguita nei laboratori e poi nella cantina dell’istituto sperimentale di Velletri, dove tra l’altro è stato selezionato uno dei lieviti più importanti per le vinificazioni in zone fredde (attualmente commercializzato da un’azienda leader del settore con tanto di attribuzione della provenienza). I sommelier hanno quindi potuto affrontare, in piccolo, il lavoro del cantiniere schiacciando le uve e discutendo dell’uso dei lieviti così come della solforosa e di tanti altri aspetti meno conosciuti, questioni prettamente tecniche che hanno però importanti ricadute anche sulla fase degustativa. Conoscenze che, in realtà, possono fare la differenza per un sommelier, chiamato a confrontarsi con un pubblico sempre più esigente e preparato.

Svolta l’attività più importante, con grande soddisfazione di tutti i presenti, si è data conclusione alla giornata con la consegna dei diplomi di partecipazione, da parte della responsabile dell’istituto di ricerca di Velletri dottoressa Francesca Cecchini, e con un pranzo a cura dell’associazione Amici di Ratatouille di Roberto Dominizi nello splendido giardino botanico adiacente il vigneto didattico. Qui la sede Fisar di Velletri ha messo a disposizione i vini di alcune delle realtà emergenti dell’enologia locale (Di Palma Riccardo, Le Quattro Vasche, Marco Serra, Veliterna Vini) invogliando i colleghi romani ad approfondire queste nuove produzioni, orientate alla qualità e gestite quasi tutte dalle nuove generazioni.

“Siamo felici di aver ospitato queste occasioni di approfondimento – ha commentato la Cecchini – e speriamo di aver offerto spunti importanti per l’aumento delle conoscenze di ognuno dei presenti. Visto il successo di questa prima occasione, speriamo infine di poter contare su una seconda edizione l’anno prossimo”.